Basile Giambattista, il papà di Cenerentola e del Gatto con gli stivali

scrittore italiano (1575-1632) nato a Napoli, partecipa all’Accademia degli Stravaganti e all’Accademia degli Oziosi, mentre soggiorna alla corte dei Gonzaga a Mantova e governa vari feudi per conto di alcuni signori del Sud.

Giambattista Basile scrive poemi e liriche in dialetto napoletano, tattavia verranno pubblicati solo dopo la sua morte, tra il 1634 e il 1636, da sua sorella. Tra queste “Lo c unto de li cunti overo lo trattenimento de’ peccerille”, che Benedetto Croce ribattezzò il Pentamerone, definendolo il più bel libro del barocco italiano.

Si tratta di cinquanta fiabe, raccontate in dieci giorni da dieci vecchie, che sono in parte state riprese da Perrault, e dai Grimm. .

Tra le fiabe di Basile Giambattista ci sono Cenerentola (Zezola) e il Gatto con gli stivali (Cagliuso).

Giambattista Basile muore d’influenza nel 1632 a Napoli, dove era stato nominato governatore

Lo cunto dei cunti di Giambattista Basile è stato rivisto per bambini nel 1889 con le illustrazioni di Mazzanti e nel 1891 da Benedetto Croce, ma pubblicato solo nel 1925.

Le storie di Giambattista Basile

Primma giornata
Lo cunto dell’uerco
La mortella
Peruonto
Vardiello
Lo polece
La Gatta Cennerentola
Lo mercante
La facce de crapa
La cerva fatata
La vecchia scortecata
La coppella. Egroca
Seconna iornata
Petrosinella
Verde prato
Viola
Cagliuso
Lo serpe
L’orza
La palomma
La schiavottella
Catenaccio
Lo compare
La tenta. Egroca
Terza iornata
Cannetella
La Penta mano-mozza
Lo viso
Sapia Liccarda
Lo scarafone, lo sorece e lo grillo
La serva d’aglie
Corvetto
Lo ’ngnorante
Rosella
Le tre fate
La stufa. Egroca
Quarta iornata
La preta de lo gallo
Li dui fratielle
Li tre ri animale
Le sette cotenelle
Lo dragone
Le tre corone
Le doie pizzelle
Li sette palommielle
Lo cuorvo
La soperbia casticata
La vorpara. Egroca
Giornata quinta
La papara
Li Mise
Pinto Smauto
Lo turzo d’oro
Sole, Luna e Talia
La Sapia
Ninnillo e Nennella
Li cinco figlie
Le tre cetra
Scompetura de lo cunto de li cunte