Bond Michael e Paddington l’orsetto, letteratura per ragazzi, i grandi classici

scrittore inglese (1925-2017), lavorava alla BBC come cameraman televisivo quando la moglie trovò un orsetto di peluche nella calza rossa appesa al camino nel Natale del 1957, e dal momento che abitavano vicino alla stazione londinese di Paddington gli dette quel nome, lui pensò di farlo vivere attraverso una decina di storie che diventarono molto popolari. Il primo volume della serie “A Bear Called Paddington (1958) arrivò in Italia nel 1962 col titolo L’orso del Perù, il personaggio è così celeebre che subito nasce il peluche a sua immagine con il montgomery, gli stivali di gomma e il cappello in testa… e l’immancabile biglietto che raccomanda di prendersi cura di lui!
Dal 1967, visto il successo dei primi libri, Bond decise di lasciare il suo lavoro alla BBC e di lavorare a tempo pieno come scrittore. Le avventure di Paddington sono state pubblicate in oltre venti paesi del mondo, tradotte in 30 lingue e venduto oltre 30 milioni di copie. Esse hanno ispirato, gruppi musicali, corse di cavalli, giocattoli e una serie televisiva. Nel 1981 arriva in TV e nel 1989 le storie vengono trasformate in cartoni animati per Hanna & Barbera. Nel dicembre 2007 Bond decide di non continuare ulteriormente a scrivere libri sulla serie dell’orso Paddington. Nel 2014 è uscito il film Paddington interpretato da Hugh Bonneville, Sally Hawkins, Julie Walters, Nicole Kidman; la voce di Paddington è di Ben Whishaw.

L’orsetto Paddington
L’orso Paddington proveniente dal “Darkest Perù” è inviato dalla zia Lucy in Inghilterra con un grosso recipiente di marmellata d’arance. La famiglia Brown lo trova alla stazione di Paddington tutto solo e decide di adottarlo dandogli in nome della stazione.

Simona, LIBRIraccontati

Seguici anche su Facebook